PORTA ROMANA
Lo storico ingresso nelle mura spagnole

Porta romana

Posta all’interno dei Bastioni, le mura edificate per proteggere la città, Porta Romana è una delle sei porte di Milano che a sua volta identificava uno dei Sestieri cittadini, ossia gli antichi quartieri in cui era suddiviso il centro storico di Milano. Ogni Sestiere era poi suddiviso in contrade. Nel 1792 fu deciso l’abbattimento della Porta Romana medioevale costruita nel 1171, poiché era considerata di intralcio alla circolazione delle carrozze dell’epoca. Le pietre della Porta furono riutilizzate per la realizzazione della facciata del Duomo.

L’Arco di Porta Romana situato in piazza Medaglie d’Oro, dunque, storicamente era considerato l’ingresso principale e monumentale alla città di Milano, e si trovava in corrispondenza della cerchia delle Mura Spagnole. Il monumento che ancora oggi vediamo è stato voluto, nel 1596, da Filippo III di Spagna – che fu Duca di Milano – su progetto di Martino Bassi, in occasione del passaggio in città della sua futura moglie Maria Margherita d’Austria.

Da segnalare che i resti dell’antica Porta Romana si trovano sotto due palazzi che sono posti all’incrocio di corso di Porta Romana e di via Francesco Sforza, sulla cosiddetta Cerchia dei Navigli, inoltre i tanti fregi che la decoravano, come i bassorilievi raffiguranti la vittoria sul Barbarossa, la cacciata degli Ariani e altri eventi medioevali, furono salvati e conservati nei musei del Castello Sforzesco.

Posto del cuore di