Coperta elettrica, quanto consuma in 1 ora? Rivelati i consumi reali

La coperta elettrica è un must have invernale: ma quando costa solo per un’ora di utilizzo? La risposta vi lascerà senza parole.

Coperta elettrica
Coperta elettrica – Imilanesi.Nanopress.it

Come tutti i dispositivi elettrici la coperta di questo tipo ha un costo. In un periodo come questo è meglio fare attenzione?

Coperta elettrica: caratteristiche

Quando si parla di riscaldamento, questa energia è solitamente sinonimo di costi aggiuntivi, in particolare in questo momento di forti aumenti in bolletta dell’energia elettrica. Pensare di riscaldare l’ambiente con questo è assolutamente impensabile, ma possiamo variare i  dispositivi, evitando i più  costosi per riscaldare la propria casa.

Ovviamente è pratica, ma non per tutto il giorno, anche se molti con il tentativo di fuggire al costo del riscaldamento a metano, vedendo anche questo costa, passano alla coperta elettrica.

Letto con coperte, pc e colazione
Letto con coperte, pc e colazione – imilanesi.nanopress.it

Probabilmente a molti è capitato di avere amici e parenti che non accendono mai il riscaldamento e passano la giornata con coperte elettriche a casa.

Tuttavia certe soluzioni alternative per riscaldarsi risiede anche nel vantaggio di usare delle coperte elettriche che però si devono impiegare saggiamente, in modo da dormire al caldo, senza il pericolo di un impennata della bolletta.

Cos’è una coperta elettrica e come funziona

Una termocoperta è una normale coperta sulla quale è stato inserito un dispositivo di riscaldamento che funziona tramite resistenze elettriche. Il calore viene immagazzinato nel tessuto e poi entra in contatto con la biancheria da letto e il corpo. Affinché la temperatura non si concentri nello stesso punto, questi dispositivi hanno cavi speciali distribuiti su tutta la loro superficie. Mantenendo un voltaggio basso e sicuro di circa 24 W , trasportano il calore al tessuto.

Coperta elettrica
Coperta elettrica – imilanesi.nanopress.it

Le coperte elettriche di solito sono dotate anche di termostati che permettono di controllare la temperatura. I modelli più moderni includono programmi automatici che migliorano notevolmente la sicurezza d’uso.

Questo è uno dei punti più importanti che si devono prendere in considerazione quando si vuole acquistare una coperta elettrica.

Quanto consuma la coperta elettrica?

Alcune regioni italiane arrivano ad avere temperature vicine allo 0, quindi se si vuole evitare di dormire al freddo, acquistare una coperta elettrica è una buona soluzione.

L’arma vincente per far scendere i costi delle bollette e vivere in una casa calda e confortevole, quando il costo dei termosifoni è alle stelle è diversificare, per non andare oltre il proprio budget.

Donna a letto con cappello di lana
Donna a letto con cappello di lana – imilanesi.nanopress.it

Il costo di una coperta elettrica, da impiegare sia sul letto che per scaldarci addosso, varia dai 40 €uro a 150 €uro.

In questo caso, per una singola termocoperta si consuma circa 0,05-0,06 kW all’ora, valore che raddoppia a 0,10-0,12 kW all’ora nel caso delle coperte matrimoniali.

Stando ai recenti costi dell’energia elettrica attestata sui 0,54 centesimi di euro ogni ora, se la termocoperta resta in funzione circa 2 ora al giorno, si può arrivare ad una spesa mensile massima di 2 euro per la singola e di circa 3,50 per la termocoperta doppia.

Donna su scalda al termosifone
Donna su scalda al termosifone – imilanesi.nanopress.it

Quando la termocoperta è impiegata in modo corretto, il suo costo mensile è decisamente basso, in modo significativo se messa a confronto con le stufe da 2.000 watt o del condizionatore, che possono arrivare a consumare anche 1 euro per ogni ora che sono accese.