Gli sfidanti di Fontana alle elezioni regionali

Ecco chi sono i candidati delle elezioni in Lombardia e  i loro programmi: tutti i dettagli e le informazioni annesse per quanto riguarda quello che si vuole fare anche a livello agricolo.

Candidati
Candidati-Imilanesi.it

Per la poltrona di governatore nella regione della Lombardia risultano in lista quattro esponenti della politica. Fontana è alla ricerca della riconferma. Majorino, Moratti e Ghidorzi intendono sfidarlo.  Ecco i loro programmi e quello che intendono realizzare in diversi ambiti, tra cui quello ambientale e agricolo.

Il primo nome dei candidati e il suo programma: le elezioni in Lombardia

Per quanto concerne le elezioni regionali in Lombardia è tutto pronto. Difatti le urne rimarranno aperte il giorno 12 febbraio, dalle ore 7 alle 23, oltre al 13 febbraio dalle ore 7 alle ore 15.

Per la precisione, i candidati alla presidenza della regione Lombardia sono quattro. Primo fra tutti c’è il presidente uscente Attilio Fontana, il quale successivamente al suo primo mandato ha ottenuto la riconferma dell’intero centrodestra. Il leghista Fontana ha presentato una proposta basata sulla rivendicazione di tutto ciò che ha eseguito nel corso degli ultimi 5 anni.

Per esempio i 4 miliardi di euro che sono stati investiti tramite il Piano Lombardia, oppure la cifra di 2 miliardi di euro utilizzata per comperare nuovi treni. Questi ultimi sono stati acquistati per il servizio ferroviario regionale.

In correlazione all’argomentazione dei treni, chiama la Rete Ferroviaria italiana a mettere in pratica l’impegno preso, cioè di provvedere a investire 14 miliardi sulla strada ferrata della Lombardia.

Attualmente il primo intento è quello di diminuire le lunghe liste d’attesa nel settore della sanità.

All’interno del suo programma, se si parla di agricoltura, si vuole puntare sull’attivare quelle  misure che possano favorire la ricerca e  le innovazioni tecnologiche  di organizzazione  e processo, oltre che il supporto alla sovranità alimentare e alla produzione locale, per contrastare gli sprechi a livello alimentare, al fine di promuovere  le eccellenze a livello agroalimentare del Made in Lombardy.

Chi sono gli sfidanti di Fontana e quali sono i loro programmi: un altro nome

Uno dei tre sfidanti di Fontana è rappresentato dal nominativo di Letizia Moratti, che si candida con la sua lista civica e col supporto del Terzo Polo.

Moratti
Moratti-Imilanesi.it

Moratti faceva parte della vecchia Giunta regionale nelle vesti di vicepresidente e di assessore al Welfare.

Attualmente la Moratti va a rimarcare nonché a rivendicare il cambiamento impresso da lei durante la campagna dei vaccini per combattere il Coronavirus.

In aggiunta anche lei ha come scopo primario quello di effettuare una considerevole riduzione delle liste d’attesa nella sanità. Oltre a voler divulgare il tipo di medicina territoriale.

Inoltre la stessa vuole rilanciare alcune zone, quelle che godono di un Pil inferiore alla media  a livello europeo mentre sul piano agricolo, desidera mettere in moto un piano per rafforzare le filiere agricole e la digitalizzazione, dando importanza anche  all’ambiente.

Tra le altre sue proposte si ha anche quella di voler rafforzare le  misure di biosicurezza negli allevamenti per contrastare malattie come la peste suina.

Gli ultimi due sfidanti : ecco chi sono

Il secondo sfidante è Pierfrancesco Majorino che può contare sul sostegno del Pd, del Movimento 5 Stelle e dell’Alleanza Verdi-Sinistra Italiana.

Majorino ha come obiettivo principale quello di mettere in primo piano la sanità pubblica, diminuire le liste d’attesa e di creare un’agenda utile per fornire nuove occupazioni e diritti.

Majorino ha anche intenzione di realizzare la disponibilità di 300mila posti di lavoro, nell’ambito del Green e in quello della Sostenibilità. In più vuole far viaggiare gratuitamente gli under 25 su tutti i treni regionali.

Lo stesso vuole  agire su quella che è la semplificazione burocratica per poter rafforzare il sistema agroalimentare della Lombardia, facendo attenzione anche alla   velocizzazione dei pagamenti della  Politica Agricola Comune che sarà in vigore nell’anno corrente,  al fine di garantire dei meccanismi di supporto al reddito e a favore dell’innovazione.

Infine l’ultimo sfidante è Mara Ghidorzi che è una candidata di Unione Popolare. La Ghidorzi ha come obiettivo primario quello della sanità pubblica, seguito dall’intento di rendere del tutto gratuito il trasporto di tipo regionale per gli studenti.

Oltre ciò, Mara Ghidorzi punta a non far aumentare le tariffe dei mezzi mediante rinuncia. Tra l’altro la Ghidorzi mostra una notevole attenzione verso il genere di allevamento e di coltivazione sostenibile.

4 candidati
4 candidati-Imilanesi.it

Altri aspetti del suo programma si basano sul fatto di investire per mettere in sicurezza il territorio e su quello di evitare lo spopolamento delle valli in Lombardia. Infine intende rinunciare alle Olimpiadi Invernali del 2026, per evitare così un deturpamento a livello ambientale. 

Anche questa candidata vuole dare vita a una politica agricola. Ecco che quindi sono proprio questi i programmi dei 4 candidati che sono pronti a mettersi in gioco con i loro sogni e le loro speranze.