Manifestazione del centrodestra contro l’Area B in Piazza della Scala

I sindaci e i partiti del centrodestra si sono radunati in Piazza della Scala nella mattinata di oggi per protestare contro l’Area B: “Provvedimento folle!”.

Piazza scala Milano, manifestazione centrodestra Area B
Piazza scala Milano, manifestazione centrodestra Area B – imilanesi.nanopress.it

Giuseppe Sala si era detto propenso a un’apertura sull’Area B. La destra nella mattinata di oggi è scesa in piazza – con bandiere sventolanti di Fratelli d’Italia in prima fila e cartelloni – chiedendo di annullare il provvedimento fino a quando la situazione economica non sarà migliorata.

Milano, centrodestra in Piazza della Scala contro l’Area B

Continua la battaglia della destra contro l’Area B. Nella mattinata di oggi sindaci dell’hinterland e rappresentanti del centrodestra con cartelloni e bandiere – in prima linea soprattutto quelle di Fratelli d’Italia – si sono radunati in Piazza della Scala.

Ma potrebbero esserci delle aperture, come confermato lo stesso sindaco di Milano in una dichiarazione messa nero su bianco la scorsa settimana. Giuseppe Sala aveva parlato di apertura su alcuni temi riguardanti l’Area B, come ad esempio la deroga fino a fine anno per coloro i quali ordineranno un’auto entro il 2023, o sui km da percorrere – da aumentare – piuttosto che sui 50 giorni di parcheggi.

In ogni caso il primo cittadino non si era detto disponibile a passi indietro sostanziali. Ecco perché nella mattinata di oggi, come ampiamente preannunciato, la destra milanese è scesa in piazza per protestare sulle nuove regole di limitazione del traffico decise da Palazzo Marino sull’Area B. 

Già Matteo Salvini, lo scorso 22 settembre a ridosso delle politiche aveva sfruttato il nuovo varco come sfondo per farsi riprendere da qualche giornalista – accompagnato da alcuni sindaci leghisti – e per ribadire la sua divergenza di vedute  rispetto all’amministrazione comunale milanese (in piena campagna elettorale).

La richiesta del centrodestra: “Sospenda provvedimento immediatamente”

“No Area B” si legge a caratteri cubitali sui cartelloni e sugli striscioni dei manifestanti. La destra scende in piazza e fa sentire la voce anche dei comuni limitrofi di Milano, che secondo i leader dei maggiori partiti potrebbero essere quelli più penalizzati da una riduzione della circolazione così estesa nel capoluogo meneghino.

Manifestazione centrodestra Area B
Manifestazione centrodestra Area B – imilanesi.nanopress.it

Quello che hanno chiesto i manifestanti davanti a Piazza della Scala è dunque un annullamento del provvedimento, almeno fino a quando le condizioni economiche non miglioreranno. Lo spiega il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Stefano Maullu che parla di condizioni dei cittadini non tali da permettere ulteriori salti mortali per raggiungere la città.

Inoltre secondo Maullu, nemmeno l’impatto ambientale sarebbe tale da giustificare tale manovra: “Abbiamo chiesto poi un monitoraggio dell’aria, questo è un provvedimento di totale ininfluenza rispetto ai benefici ambientali“. Presenti anche il leghista Roberto Di Stefano, la coordinatrice della Lega Stefano Bolognini e il capogruppo di Forza Italia al Comune di Milano, Alessandro De Chirico.