Sciopero Atm e Trenord il 2 dicembre 2022: varie corse a rischio

Sciopero Atm e Trenord: a rischio diverse corse dei vari trasporti publici. I dipendenti incrociano le braccia il giorno 2 dicembre 2022. 

Sciopero treni
Sciopero treni – Nanopress.it

Previsto sciopero 2 dicembre 2022 di ATM e treni Trenord. Un giorno in cui i viaggiatori sperimenteranno diversi disagi per spostarsi da un capo della città all’altro. A rischio, infatti, diverse corse di treni e mezzi su gomma. Ecco perché i dipendenti delle due aziende incrociano le braccia nel secondo giorno di dicembre. Di seguito, vi elenchiamo tutti i comparti che aderiranno alla protesta e quali disagi potrebbero essere riscontrati dai viaggiatori nella giornata del 2 dicembre.

Sciopero ATM e Trenord il 2 dicembre 2022

Disagi per i viaggiatori che dovranno prendere i mezzi pubblici nella giornata del 2 dicembre 2022. È stato annunciato, infatti, uno sciopero che coinvolge sia ATM che Trenord e che non permetterà a bus, tram e treni di svolgere la regolare tabella di marcia, penalizzando pendolari e viaggiatori che devono spostarsi in città e tra le regioni con i mezzi pubblici.

Lo sciopero generale nazionale potrà fermare anche totalmente i trasporti in diverse fasce orarie. A Milano sono a rischio bus, tram e metro, nonché treni regionali e quelli a lunga percorrenza garantiti da Trenitalia e i bus di Autoguidovie.

Diverse sono le sigle sindacali che hanno annunciato lo sciopero, sia quelle maggiormente rappresentative che quelle minori. L’adesione alla protesta non è ancora stata chiarita: maggiori ragguagli in merito, infatti, arriveranno direttamente nel giorno della stessa protesta. Pertanto, i disagi sul piano degli spostamenti cittadini e regionali, potranno essere quantificati solo il 2 dicembre.

A seconda del settore preso in considerazione, in relazione alla protesta del 2 dicembre, l’agitazione in programma si svolgerà su una fascia oraria di diverse ore che penalizzerà i viaggi di migliaia di cittadini.

treni
Treni-Imilanesi.it

Anche comparto aeroportuale e taxi aderiranno allo sciopero

Nello specifico, una buona fetta di lavoratori potrebbe incrociare le braccia anche per 24 ore di fila e recare disagi ai viaggiatori di notevole importanza. A partire dalle ore 21 del 1° dicembre, fino alla stessa ora del 2 dicembre, si bloccherà, dunque, non solo il settore ferroviario ma anche il comparto aeroportuale.

I dipendenti del trasporto pubblico locale protesteranno per 24 ore, anche se adotteranno diverse modalità di adesione allo sciopero in base alla città di riferimento.

Potrebbe scioperare – anche se non è ancora sicuro al 100% – anche il personale di Autostrade, dalle ore 22 alle di mercoledì alla stessa ora della giornata di giovedì. Anche alcune sigle di taxi aderiranno a questo sciopero nazionale.