Furti ad anziani: fermate due donne tra Bergamo e Monza

Allarme furti a persone anziane tra Monza e Bergamo: due donne sono state arrestate per aver derubato diverse persone, sia in casa che nelle chiese delle province. Ecco le ultime notizie.

I carabinieri con il bottino ritrovato
I carabinieri con il bottino ritrovato – Imilanesi.Nanopress.it

Due donne sono state fermate dai carabinieri per aver derubato numerose persone, in provincia di Monza e Bergamo. I furti erano già stati segnalati mesi fa e ora, dopo numerose indagini, le forze dell’ordine sono riuscite ad acciuffare le colpevoli.

I furti venivano effettuati in serie, soprattutto nelle chiese della provincia, e i bottini sono stati davvero cospicui. Dopo mesi di indagini, ecco tutte le novità sulle due colpevoli fermate dai carabinieri.

Furti tra Monza e Bergamo: arrestate due donne

I carabinieri di Seregno, nella provincia di Monza e Brianza, sono riusciti ad arrestare le due donne colpevoli di numerosi furti scoperti tra le provincie di Monza e Bergamo.

Una delle due donne ripresa da una videocamera di sorveglianza
Una delle due donne ripresa da una videocamera di sorveglianza – imilanesi.Nanopress.it

Le due hanno rispettivamente 32 anni e 36 anni, residenti a Monza e entrambe di origine rom. Secondo le indagini delle forze dell’ordine, la coppia di donne agiva già dallo scorso aprile, quando qualche furto era stato già denunciato dal parroco di Giussano.

Pare, infatti, che le rapinatrici hanno rotto in qualche modo il portone d’ingresso della parrocchia, dove sono riuscite a mettere insieme un grande bottino: carte di credito, contanti, documenti, effetti personali che appartenevano al prete, che ha subito denunciato l’accaduto, facendo partire le indagini.

Nei mesi successivi, poi, sono stati denunciati diversi raggiri e rapine, fatti soprattutto a persone anziane nelle loro case che sono state vittime di un imbroglio architettato alla perfezione.

Le due donne utilizzavano un piano ben organizzato: fingevano di chiedere informazioni alle persone designate, una parlava e l’altra invece derubava nello stesso momento. Un progetto perfetto, che ha permesso alle due ladre di mettere a punto numerosi colpi, ai danni di persone innocenti.

Un altro furto che ha fruttato un grosso bottino alle rapinatrici è stato quello denunciato ed effettuato a marzo, al parroco di Bergamo, nella chiesa di Caravaggio.

Le due donne hanno forzato anche qui il portone d’ingresso, rubando ben 2000 euro e un assegno di 200 euro, donato alla parrocchia.

I carabinieri, per fortuna, sono riusciti ad acciuffare le due malviventi, arrestate e portate al carcere milanese di San Vittore.