Stella di Natale, questo è l’unico modo per annaffiarla: non ti muore mai

Ecco qual è il modo corretto di annaffiare le stelle di Natale: facendo così riuscirai a mantenerle al meglio e più a lungo. Vediamo insieme come fare.

Stella di natale
Stella di natale – IMilanesi.it

Si stanno avvicinando le tanto attese feste di Natale, e con il loro arrivo torneranno anche tutte le annesse decorazioni. Luci, alberi addobbati, festoni vari e anche i suoi caratteristici fiori: le stelle di Natale. Rossi e bellissimi, questi fiori sono diventati simbolo del Natale grazie ai loro ampi petali rossi e a punta. Un’usanza ben radicata in Italia è quella di portarla in dono quando si è ospiti ad una cena o ad un pranzo a tema natalizio. Ma non si acquistano solo come dono: sono in tanti a scegliere di riempire casa con questi adorabili fiori ornamentali per rendere l’atmosfera perfetta.

Il problema è che in tanti acquistano la stella di Natale ma in pochi sanno come prendersene realmente cura. Il risultato è che ogni anno si buttano via tantissime stelle di Natale perché dopo qualche tempo si seccano completamente e muoiono. Ma chi ha il pollice verde lo sa, c’è un modo giusto per prendersi cura delle piante e dei fiori e ogni singola specie richiede delle cure particolari e diverse dalle altre. Le stelle di Natale non fanno eccezione: esiste solo un modo per prendersene cura, vediamo insieme qual è.

Stelle di Natale dalle foglie secche, ecco perché succede

Come già detto, ogni specie di fiori e piante richiede delle cure specifiche e personalizzate. Per cure specifiche si intende principalmente un determinato dosaggio di acqua e una corretta esposizione alla luce naturale e ai raggi solari. Le stelle di Natale non fanno eccezione, esistono anche per questi fiori delle regole e delle pratiche specifiche per curarle e mantenerle nel tempo. Si tratta di un fiore proveniente dal Messico e che fiorisce in modo selvatico nelle zone più alte dell’America centrale.

Una curiosità che non tutti sanno è che può raggiungere e superare facilmente i cinque metri di altezza.

Stella di Natale
Stella di Natale – Imilanesi.it

La stella di Natale è una pianta fragile ed è facile assistere alla caduta inaspettata delle sue foglie secche, anche se pensiamo di averla innaffiata nel modo giusto. Questo accade perché evidentemente abbiamo sbagliato la dose di acqua che serve realmente al nostro fiore. Infatti la causa più frequente di morte delle stelle di Natale è una dose eccessiva di acqua: non ne richiedono molta.

L’eccesso di acqua provoca la marcitura delle radici. La soluzione è quindi quella di smettere per un po’ di tempo di irrigare fino a quando il terriccio non tornerà ad essere un po’ secco. Se le stelle di Natale iniziano invece a presentare sulle foglie delle striature marroni o iniziano a scolorirsi, significa che non ricevono abbastanza acqua. Si può notare anche dalla consistenza molto secca del terriccio. Vediamo insieme qual è il metodo più efficace in assoluto per consentire un’irrigazione corretta e graduale delle stelle di Natale.

Stella di Natale
Stella di Natale – Imilanesi.it

Il metodo infallibile per la corretta irrigazione delle stelle di Natale

Se avete riscontrato questo problema sui vostri amati fiori non vi preoccupate: gli esperti offrono la soluzione. Per rimediare agli errori di valutazione basterà ricorrere a questo trucchetto, ovvero l’irrigazione ad immersione. Questo metodo si utilizza anche per le orchidee ed è ormai ben consolidato. Quel che bisogna fare è inserire un sottovaso da riempire con acqua. Il vaso delle stelle di Natale avrà sul fondo dei fori. Immergete la pianta e lasciatela così per circa dieci minuti. In questo lasso di tempo le radici assorbiranno il giusto quantitativo di acqua attraverso i fori e torneranno ad essere vigorose.

In generale, annaffiate la stella di Natale solo ed esclusivamente quando noterete un terriccio asciutto. Per quanto riguarda l’esposizione al sole e la temperatura ideale, dovete sapere che non bisogna mai esporle ai raggi solari diretti. Il posto ideale è un luogo dalla temperatura che va dai 16 ai 22 gradi colpito dalla luce naturale ma non dai raggi solari. Prendendo queste accortezze potete salvare la vostra pianta di Natale!